CAMPIONATO DEL TIGULLIO-TROFEO RENATO LOMBARDI -1° giornata Domenica 2 luglio LUI & LEI – Domenica 3 luglio

Santa Margherita Ligure, 2/3luglio 2022 

Week end intenso a tutto Dinghy quello andato in scena il 2 e 3 luglio al Circolo Velico Santa Margherita Ligure del Presidente dinghista Gianni Castellaro. Sabato l’esordio del Campionato del Tigullio- Trofeo Renato Lombardi  che si snocciolerà su 7 giornate lungo tutta l’estate. Domenica la tradizionale Lui e Lei.

1°GIORNATA CAMPIONATO DEL TIGULLIO-TROFEO RENATO LOMBARDI

Cominciamo dal Campionato del Tigullio che ha visto al via 24 timonieri, tutti  belli carichi, accolti da un mare particolarmente agitato a causa delle onde prodotte da  un delirio di barche e gommoni di ogni possibile dimensione e tipo. La domanda che sorge spontanea al riguardo è: ma è proprio necessario sfrecciare  costantemente alla massima velocità  e passando rigorosamente, immancabilmente, fatalmente, sulla prua dei poveri Dinghy che arrancano verso la pilotina del Comitato di Regata ancorata giustamente un po’ al largo, fuori dal tratto di mare col passaggio più intenso? La speranza è che si tratti solo di mancanza di marineria e di uso di mondo, e non di sadico piacere a vedere la storica deriva  battere sull’onda e papereggiare impotente prima di riprendere il passo. Mistero, anche psicologico,  su cui indagare.

Ma veniamo alle regate che baciate da una brezza via via in rinforzo – tanto che per  la terza prova è diventato obbligatorio il salvagente – hanno fatto divertire tutti. Da segnalare, per onestà intellettuale, che mancavano all’appello, tra i timonieri di vertice,  Bavestrello e Samele e  che alla prima delle tre prove, non ci sono presentati  il pluricampione italiano Vittorio d’Albertas, a causa di un impegno di lavoro mattutino, e Titti Carmagnani, il cui ritardo cronico a questo giro è andato “oltre” facendolo arrivare sul campo di regata giusto in tempo per assistere all’arrivo dei primi, Filippo Jannello con Cicci e Francesca Lodigiani con Cavallo Indomito, che dopo una buona partenza in boa e un azzeccato bordeggio, hanno condotto in quella posizione tutta la prova seguiti da Marcello De Gasperi con Gallinella, Amedeo Ferri con Blues e Andrea Falciola con Solo per Pazzi. Da segnalare il duello nel lato finale prima dell’arrivo di Gianni Castellaro con Ancon d’Assae con Vincenzo Penagini con Plötzlich Barabba che da vecchia volpe dei mari è riuscito all’ultimo a passare di un’incollatura.  Via subito con più vento alla seconda prova con la flotta assiepata nei pressi della barca giuria. Al via, come anticipato,  anche il Behemoth dell’Airone d’Albertas e l’elegante Toulì bianco e verde con linee e numeri velici della vela in tinta di Titti Carmagnani. Filippo Jannello replica  e vince di nuovo, ma dietro di lui salgono alla ribalta i giaguari del Golfo che mettono a segno le loro zampate: parliamo di Gin Gazzolo con Pallino, bel 2°, di Federico Pilo Pais con Blu Amnesia, 3° e Vinz Penagini 4°, mentre il regolarissimo Andrea Falciola è di nuovo 5° . Sale ancora il vento e parte la terza prova in cui Penagini – busto-munito causa  frattura vertebra che sceglie di ignorare, ritenendo sicuramente più salutare regatare che stare a riposo – combatte e vince davanti a Jannello e D’Albertas. Il bordeggio in questa prova non è scontato e nella scia vanno in onda duelli, recuperi e intensi giri di boa. Al 4° posto si impone Alessandro Pedone con vela “targata” Monaco, mentre al 5° ancora una volta c’è Andrea Falciola. Da segnalare dopo il bel risultato dello scorso week end nelle tre prove della regata a Rapallo della Lega Navale, il gran balzo prestazionale in avanti del Presidente coi baffi Castellaro che chiude la prima giornata del Campionato del Tigullio – Trofeo Renato Lombardi nei primi 10.  Una classifica generale che vede in testa Jannello, seguito da Penagini – da notare che nel 2021 il primo ha vinto il Campionato e il secondo il Trofeo Lombardi la cui classifica tiene conto di tutti i risultati senza alcuno scarto – da Falciola, Lodigiani e Pilo Pais.

Il caldo è immenso e la tradizionale pastasciutta viene sostituita da una sofisticata selezione di salumi e da un profluvio di anguria gelata. Il tutto condito dall’usuale clima di amichevole goliardia.

LUI E LEI 2022    

Caldo fa caldo, ma non tanto da scoraggiare i ben 12 equipaggi misti che si presentano domenica mattina alla spiaggetta del Circolo. Un vero record. Non solo per il numero, ma per la qualità delle Lei presenti, tra le quali veliste di lungo corso in altre classi come Manu, armatrice di J80, o Enrica, derivista e ufficiale di regata. Tra le Lei anche  una giovanissima promessa, Azzurra Tonani, in equipaggio con Gin Gazzolo. Traino salvifico fino alla barca giuria, recentemente tirata a lucido sia nei coppali – grazie Presidente – che,  nella parte meccanica della “cabina” di pilotaggio, per la soddisfazione della Comandante  Lilia Cuneo e del suo team formato da Tay De Negri, Ettore “Cucciolo” Armaleo,  e Olga Finollo.   

Arriva il vento, leggero, ma divertente e si parte. Dà decisamente buono in boa dove si verifica un bell’ingorgo che crea anche qualche malumore (eufemismo) La sperimentata coppia Federico Pilo PaisFrancesca Lodigiani (recentemente vincitori della 3° tappa di Coppa Italia nella ventosa Pianello del Lario) partono puliti, sono rodati come coppia, e si posizionano in testa. Dietro di loro Gin e Azzurra combattono con Fabrizio Bavestrello che ha  a prua la bella moglie Marina. Non scherzano  Titti e Chiara, Marcello e Caterina  e Filippo e Lucrezia, brillante neo-ingegnere. Così come Gianni ed Enrica, Sandro Ugolini e Nadia. Arrivo, scappellamenti alla giuria da parte dei vincitori, sorrisi e battute, compaiono acqua, barrette, albicocche e banane, e via alla seconda prova con J

Sean Pescetto con la moglie Aisling che fanno una bellissima partenza in testa  con Gin e Azzurra e Francesca e Pilo in pressing su di loro. Si arriva alla prima boa e sono Gin e Azzurra ad essere in testa inseguiti dagli indomabili Pilo e Francesca. Gin e Azzurra però non mollano, ma in  poppa  vengono superati. Alla fine dei giochi la vittoria è di Pilo e Francesca con Blu Amnesia, tra gli scherzi, con fondo di verità, di chi li considera un po’ professionisti, viste le regate nazionali già disputate insieme. Bellissimo il secondo posto di Gin e Azzurra con Pallino,  seguiti da Fabrizio e Marina con Margò, da Filippo e Lucrezia con Cicci, da Titti e Chiara con Toulì,  da Marcello e Caterina con Gallinella, da  Gianni e Enrica con Ancun d’Assae, da Sandro e Nadia con Epocy Shark, da Bruno e Manu con Gatto Silvestro, da Sean e Aisling, con Spritz Again  da Alberto e Irene con Juliet & Romeo e da Danilo e Isabella con il loro bel legno Testa Vuota.

Ancora un grazie alla giuria tutta, a Silvia, impeccabile nel prendersi cura del benessere anche gastronomico, dei partecipanti, a Nicola Rainusso  che con Alberto Danante, gestisce il campo di regata, al grande Marco Cimarosti e al Giudice Eugenio Torre, oltre che  a Carlopi che presidia l’area  della regata con la sua elegante corvetta dai tanti stendardi che sventolano a poppa.  

(Quelli del Tigullio)

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
News

Articoli recenti...

XXVI TROFEO CITTA’ SML

Trofeo Città Santa Margherita Ligure edizione numero 26. Una bella tradizione che si ripete. Passano i lustri e la partecipazione continua ad essere numerosa. A

88° CAMPIONATO ITALIANO DINGHY 12′

Vittorio d’Albertas con Lazy Behemoth del Circolo Velico Santa Margherita Ligure conquista il suo 6° titolo di Campione Italiano Dinghy 12’.   E’ accaduto a Santa